I believe I can fly

E’ da un pò che mi ripeto che stare in panciolle mi procurerà dei danni futuri irreversibili e incalcolabili soprattutto per il fatto che sono diabetica. Stare attenta all’alimentazione, alla glicemia, al rapporto insulina/cho (noi figherrimi diabetici chiamiamo così i carboidrati), fare attività fisica per abbassare il livello di zuccheri nel sangue, di conseguenza diminuire le dosi giornaliere di insulina, di conseguenza far calare il senso di fame… Un grande circolo vizioso in cui vieni risucchiato nel momento in cui il medico emette la sua condanna (più tua che sua) e inizia un turbinio di diabetologi, cardiologi, psicologi, prelievi del sangue, ecg, eeg, esame della tiroide, microalbuminuria, liquidi di contrasto un pò ovunque e aghi, aghi ovunque!

Essendo quindi il diabete praticamente il centro della mia vita e siccome fregarsene troppo comporta una serie di complicanze (retinopatia, piede diabetico, pessima circolazione periferica, nei peggiori dei casi cecità e amputazioni varie ed eventuali) ho deciso che era il momento di mettermi sotto con lo sport (da notare che io non MAI fatto sport in vita mia, solo un mese di nuoto quando avevo 9 anni). La cronica mancanza di pecunia mi ha dirottato verso la corsa. Ma capite che una come me che non alza il culo manco per lavarsi i denti, ha un pò di difficoltà a correre di punto in bianco, motivo per il quale 4 giorni fa ho iniziato la sessione di “camminata sostenuta”.

Molti dicono che sia meglio della corsa, io sinceramente non lo so… So solo che la prima volta ho buttato dentro l’mp4 un misto tra Linkin Park, Foo Fighters, Good Charlotte, Smashin’ Pumpkins, The All American Rejects e sono partita da casa mia facendo un percorso di salite e discese (non perchè lo avessi scelto io, ma perchè abitando su una collina o così o cippa), per poi tornare un’ora dopo viola in faccia e mezza dolorante.

Il giorno dopo è stato l’apocalisse perchè avevo dolori dalla vita in giù, facevo fatica a piegarmi, salire le scale, camminare… Non riuscivo a fare un cazzo insomma. Solitamente il mio io, spaventato da questi effetti e con la pigrizia incombente, mi avrebbe fatto desistere dal provarci di nuovo. E invece ieri sono partita di nuovo, stesse canzoni, stesso percorso, un’altra ora di Jogging e oggi sto meglio (a parte un mal di caveza devastante).

Speriamo funzioni e soprattutto speriamo di reggere. Non ho voglia di trovarmi zoppa e cieca a sessant’anni🙂

4 pensieri su “I believe I can fly

  1. Mi dispiace tantissimo…

    Il bambino di mia cugina ha il diabete da quando aveva da poco compiuto un anno. Se ne sono accorti perchè era entrato in coma ed ha passato moltissimi mesi in ospedale. Ora va in giro con una macchinetta che inietta automaticamente insulina al bisogno, ma penso sempre che quando diventerà più grande soffrirà non poco per le limitazioni che il suo stato di salute gli impone.

    La corsa è un ottimo sport. L’unica raccomandazione è iniziare per gradi ed utilizzare delle scarpe adatte, perchè altrimenti potresti rischiare problemi ai tendini. Più vai meno dolori ci saranno, è solo una questione di allenamento.

    Poi datti un obiettivo, tipo: tra 3 anni voglio correre la maratona di Roma.
    Vedrai che con uno scopo ludico ci si allena meglio!
    😉

    • quella macchinetta si chiama Pump o Microinfusore e ce l’ho anche io😀 non dire mi dispiace ti prego!non me ne dispiaccio io, figurati😉 in realtà non ho grandi limitazioni, anzi faccio quello che voglio… l’importante è crescere senza barriere mentali e fare pace con se stessi e vedrai che tuo cugino crescerà bene, senza ansie o sofferenze…magari ci dedicherò qualche altro post!

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...