La morte ti fa bella (la casa)

I miei genitori sono tutto sommato delle persone ordinarie. Sposati giovanissimi e da 29 anni, poveri in canna, tutti e due con un passato molto difficile, ma assolutamente agli antipodi. Mia madre chiaccherona, socialite, sempre attiva e sempre in giro, sa alla perfezione due lingue e ora vuole imparare pure l’inglese, orgogliosissima, le cose migliori o sono fatte da lei o sono turche, il resto è pura mediocrità. Mio papà, pacione, molto semplice, mai in ansia, dalla sfacciata fortuna al gratta e vinci, per lui è sempre what a wonderful world e take it easy, non fa che parlare del suo periodo in marina, l’esperienza più eccitante della sua vita. Ebbene, pur essendo delle persone nella media, hanno qualche mania che stenterei a definire normale.

A volte sembra che perdano la ragione o regrediscano a uno stato pseudo-adolescenziale in cui non ragionano o ragionano di merda e senza conseguenze, come quando hanno deciso di comprare un mega schermo da 1000 euro con tanto di connessione internet (che non sanno usare) e nel pacchetto era compreso anche un secondo televisore più piccolo rimasto inutilizzato fino a poco tempo fa. La domanda nasce spontanea: perchè? Perchè se non arrivi a fine mese comunque decidi di prendere quel cannone e poi ti lamenti con me che non ci sono soldi e bisogna risparmiare sul cibo? Io non lo so, ma non riesco ad arrabbiarmi, mi viene solo da ridere e pensare che i miei sono due sbroccati e che forse ogni tanto vogliono prendersi qualche soddisfazione in una vita poco agiata.

Un’ altra cosa che fanno e che ho seri problemi a definirla non strana, è l’usanza di visitare l’appartamento di persone decedute. Questa insana passione deriva da una più sana passione per i negozi di seconda mano e i mercatini dell’usato, dove si possono trovare ottimi oggetti a poco prezzo. Una passione che è rapidamente degenerata. Praticamente funziona così: quando qualcuno muore e la casa viene lasciata vuota, loro vanno e setacciano la dimora [ovviamente col permesso dei parenti] in cerca di oggetti interessanti che potrebbero stare bene in casa nostra e se ne vanno via col bottino, gratis, perchè è un sollievo per i proprietari che non devono chiamare una ditta per far sgomberare. All’inizio lo credevo uno sport decisamente sui generis e leggermente macabro, ma poi ho iniziato a vedere il lato positivo e leggere dietro a ogni vaso, centrino, specchio, una storia e ad apprezzarli per quello che sono. Ora casa mia è una specie di mausoleo (se vogliamo vederla in maniera positiva), o piena di oggetti di persone morte (se vogliamo vederla in maniera negativa, ma noi siamo ottimisti, no?)

 

Annunci

2 pensieri su “La morte ti fa bella (la casa)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...