Un salto al Korova Milkbar

“Pur non sapendo cosa vuol dire esattamente, quando pronuncio queste due parole interno assoluto, mi viene in mente un contenitore infinito, un non-luogo dove tutto può contrarsi ed espandersi, in cui luci, ombre e penombre coesistono nello stesso spazio-momento, dove ogni cosa è continua ispirazione, impalpabile e sfuggente, in cui i ricordi convivono col futuro, uno spazio primordiale ed esplosivo, già plasmato eppure mille e mille altre volte plasmabile, un accecante quasar danzante su cui sostare, ma solo per un pò.

E ricordatevi gli occhiali da sole.”

Ma quante minchiate sono in grado di scrivere in 4 righe? Tante a quanto pare. Ma proprio tante. Cosa si fa per passare un laboratorio in maniera indolore.

Sto guardando Arancia Meccanica. Porca miseria che capolavoro, l’avrò visto 10 volte, ma non mi stanco mai di ripetermi nella testa i dialoghi e scoprire qualche nuovo particolare negli arredi scenici; posso dire con certezza che è uno dei miei film preferiti. Non sono in grado di redarre una lista con i miei 10 film preferiti, perchè ce ne sono tantissimi e io guardo tonnellate di pellicole di ogni genere e ci sono film per certe situazioni e certi momenti.

Quando sono malata guardo le cagate, quei film che non implicano l’uso di nessun neurone e che ti narcotizzano la giornata: Il diavolo veste Prada, Sex and the city, Mickey occhi blu, Funeral party, il primo episodio di Sanpei. Quando sono in compagnia di A. qualche cult: Clockwork orange, Reservoir dogs, American Beauty, Pulp fiction, che sono gli unici che piaccono a entrambi perchè se io sono molto eterogenea nei gusti, A. guarda solo quelli culturalmente e/o politicamente impegnati, con un messaggiobla bla bla. Quando sono un pò sulle nuvole, i fantasy: Il signore degli anelli, Avatar, Ritorno al futuro, Le cronache di Narnia. Poi ci sono quelli random, che non hanno una particolare collocazione e che vengono scovati quando non hai niente da fare, perchè qualcuno te li suggerisce o perchè ti capitano per le mani: Profumo (tratto dal libro di Suskind), Somewhere, quelli di Myazaki, Jesus Christ Super Star, Qualcuno volò sul nido del cuculo, Seven, e altri.

Stasera è la sera cult. Buon film miei drughi!

2 pensieri su “Un salto al Korova Milkbar

  1. Io di solito vado random e se devo proprio scegliere un genere riesco a pensare solo alla fantascienza. E quindi ti consiglio, se non l’hai già visto, un film che ho finalemnte visto domenica: Brazil.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...