L’appartamento folkiano

Ok stasera sono un pò brilla. Per cui spero di non dire cagate, in ogni caso penso che metterò la password a questo post, così evito incidenti diplomatici.

Stasera mi sono divertita un sacco. Eravamo a casa di Folk, che ha un appartamentino, con una vista mozzafiato sulla città sottostante e le montagne svizzere; è un posto molto accogliente, quasi predisposto alle serata in compagnia e a contenere discorsi sui massimi sistemi. Mi sembrava di essere in una barzelletta, o nel film “L’appartamento spagnolo”: io, i ragazzi della Masnada, un trentino, due iraniani [chiamiamoli K., il ragazzo e J. la ragazza perchè non ricordo i loro nomi] e una giapponese che vivono in Svezia. Principalmente si parlava svedese, ma io non so per quale arcano motivo (forse perchè studiavo bene la gestualità delle persone) capivo i concetti e riuscivo a ridere con loro. Folk e il trentino parlavano svedese, io invece inglese e per fortuna i 3 ragazzi capivano anche quello, per cui ho scoperto delle cose interessantissime, tipo che H., la giappa, è di Tokyo e conosce la Musabi (l’università in cui andrò) e che K. vuole trasferirsi in Giappone, mentre J. l’anno prossimo vuole frequentare architettura al Polimi e io le ho offerto il mio aiuto per trovare un appoggio qui, mentre K. ci ha detto che se un giorno vorremo andare a Uppsala (città in cui vivono) sarà felice di ospitarci e mostrarci il posto in cui vivono, gratis e senza problemi.

Era così surreale eppure così piacevole: trovarsi in casa persone che non conosci, raccontarsi le proprie storie, (H. mi ha chiesto anche del terremoto in Turchia e io mi sono stupita del fatto che ne sapesse qualcosa, qui nessuno ne parla), scoprire di avere cose in comune, un crogiuolo di culture in 20 metri quadri, un meltin’ pot a base di pasta al sugo, se ci penso mi viene quasi da piangere, perchè io amo l’internazionalità, l’essere così aperti culturalmente e mentalmente, poi chissene se tu vieni dal medio oriente o dall’estermo oriente, se sei musulmano o buddhista…una birra e si è tutti amici!

Più che birra diciamo che mi sono fatta fuori mezzo litro di vino, un cicchetto di Vov e sì, anche mezza birra, ma quando si è in compagnia non te ne accorgi nemmeno. Stasera il numero elevato di ospiti a messo a dura prova la freddezza e i nervi di ferro di Folk che ha iniziato a fare la checca isterica cercando di cuocere due chili di pasta e contemporaneamente fare un sugo pesantissimo a base di litrare di olio, pomodoro cipolla e aglio. Se non fossi intervenuta io non so che fine avrebbe fatto quella cucina: in cambio ho rimediato una proposta di matrimonio fatta in ginocchio e al posto dell’anello una testa di aglio: “D., ti amo, ti prego sposami!”. Meglio di niente.

Si sono sfiorati argomenti anche importanti come relazioni che si posso infrangere da un momento all’altro, sesso durante il ciclo mestruale, figli, convivenza e a riguardo ho ricevuto una proposta di convivenza col Nose, le cui conseguenze sono da me state dipinte in questo modo:”Sbattuti a terra, in coma etilico, svenuti nel nostro vomito, con la casa fatta a pezzi”, che conoscendo i soggetti, sarebbe fattibilissimo.

Ho visto occhi traboccanti di lacrime e risate a crepapelle, canzoni in dialetto e un gran pentolone di pasta da cui tutti abbiamo mangiato. Io spero che questi foreigner conservino un bel ricordo di questa serata, che rimanga impressa in loro la nostra ospitalità.

L’alchimia di questa serata è stata perfetta, e appunto per questo, irripetibile. Come quando incontri una ragazza e passi una bellissima serata, senza mai sfiorarla e sai che la magia di quella serata rimarrà racchiusa in essa, che se si protraesse sfiorirebbe e che è giusto che sia così. Le cose passano e finiscono, sta a noi ricordarle con passione.

2 pensieri su “L’appartamento folkiano

  1. bellissimo intervento… anch’ io adoro l’ internazionalità e ti capisco in questo😀 sono contenta perchè quei ragazzi hanno incontrato a Como persone interessanti come te e gli altri della Masnada e non insipidi fighetti con la puzza sotto il naso, e manterranno sicuramente uno stupendo ricordo della città😄 (per non parlare della fortuna nell’ aver ammirato la stupenda vista Folkiana)

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...