Un Milione di occhi di gatti e di gufi

Ho iniziato a leggere “Il Milione” di Marco Polo. Essendo stata sbattuta fuori dalla biblioteca comunale per l’ennesima volta (credo sia la quinta), ho ovviato al problema trovando l’e-book su Google, in questo modo non vedo quante pagine sono e non mi viene l’angoscia, ma avendo sempre il pc con me, posso leggerlo quando voglio. Essendomi lamentata proprio ieri del fatto che non ho manco il tempo di pisciare, l’aver deciso di iniziare a leggere un tomazzo mica male, potrebbe rendermi oggetto di ingiuria e turpiloquio da parte vostra e in effetti me lo meriterei anche, ma la sento come una necessità primaria (leggere, non essere ingiuriata) e volevo leggere questo libro da anni, per cui boh in effetti è una decisione che non ha senso e potrebbe essere controproducente, ma voglio fare qualcosa che mi piaccia davvero ora.

Martedì vado a Malpensa a prenotare il volo, dovrò spiegare la solita tiritera del diabete, ma spero ci siano pochi problemi, l’assicurazione mi sta facendo saltare i nervi e mi viene quasi voglia di gettare la spugna farne una standard e lasciarmi nelle mani di Buddha, sperando che non mi capiti nulla di non coperto dall’assicurazione.

Siccome per la prima volta nella vita il diabete è un ostacolo oggettivo ai miei progetti, sono in una sorta di fase di rifiuto, della serie:”Mi metti i bastoni tra le ruote? E mo di faccio vedere io, cazzone!”. Il problema è che, essendo un’unica entità, vendicarsi sul diabete significa vendicarsi su me stessa e crearmi danni potenzialmente irreparabili, per cui devo sbrigarmi a far pace con me stessa, riprendere gli allenamenti e la bilancina in mano. [C’è anche da dire che quando sento gente sana che si fa problemi se mangia troppa insalata, o si mette a contare le calorie nel piatto, ecco lì mi girano i coglioni, tanto.]

Ah, ho anche scoperto che il Bhutan è un bellissimo paese, vorrei visitarlo.

Forse è meglio che mi limito a leggere il Milione.

 

2 pensieri su “Un Milione di occhi di gatti e di gufi

  1. Non so che dirti perchè sono nelle tue stesse condizioni, piaghe da decubito comprese. Dormo poco, il culo mi sta diventando piatto, mangio schifezze attaccata al pc e mi vesto da sciattona. La mia vita privata è ai minimi termini e non ho nemmeno il tempo di togliermi il peletto superfluo che mi spunta ogni tanto in mezzo sopracciglia (figurati il resto). Dai dai, fra un po’ finira!(?) Vero? Deve finire.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...