Back&Forth

Surfando su internet mi sono imbattuta in una cosa interessante, per cui consiglio di guardare questo sito, è un progetto molto interessante che consiste nel prendere una vecchia foto in cui era ritratto un luogo specifico o significativo e scattare una foto di come è ora. La particolarità è che la foto è composta dalla vecchia immagine che diventa parte stessa del panorama. Siccome mi rendo conto che non si capisce un cazzo, andatevi a vedere il progetto che fate prima. E’ un po’ come fare un tuffo nel passato e riviere certi ricordi o certi aneddoti legati a quella foto, condividendoli in rete.

Ho sempre pensato che la mia esistenza fosse poco legata al tempo in cui vivo, ora mi spiego. Io sono nata nel 1988 e vivo immersa nella tecnologia, lavoro sostanzialmente col Veliero 3/4 del tempo, uso social network per tenermi in contatto con gli amici, ho un cellulare e un microinfusore che è un gioiello, però. Però è come se mi sentissi trascinata via, risucchiata dagli anni ’80 giù giù fino ai ’60, dalla moda, dalla musica, dalla vita. Andare in giro con l’Occhio di Sauron non fa che aumentare questa mia consapevolezza e questa nostalgia atavica.

Oggi siamo andate prima a prendere una Coca Zero gigante perché domani ho l’esame di sintesi e nel bene o nel male, col mio corso, abbiamo deciso di festeggiare a suon di alcool e amarezza (perché sicuramente ci sarà amarezza), poi siamo andate al mercatino dell’usato che c’è fuori Como. Questo mercatino è gigante e occupa un palazzo intero, spaziando dai vestiti a ai libri all’arredamento. Ci siamo ritrovate immerse in un mondo parallelo che ti spinge a comprare le cose più assurde: dopo aver abbandonato il desiderio di acquistare un cappotto Loden (qualcuno forse se lo ricorderà), l’Occhio di Sauron mi ha convinta a comprare delle bretelle, cosa che mi ha catapultato indietro di 20 anni, quando praticamente portavo solo questo indumento. Voi vi chiederete? Avrà mai il coraggio di metterle? Ebbene…sì. Perché è ormai assodato che non ho gusto nel vestire e ciò è stato ampiamente confermato dalle mie colleghe di tesi che non mancano mai di farmi notare i pessimi abbinamenti che scelgo.

Io penso che questo amore per i tempi passati, mi sia stato trasmesso proprio dalla mia genitrice, che rievoca sempre quelle atmosfere, l’aria che si respirava in quegli anni e io li posso vivere solo attraverso i suoi occhi e la musica, perché pretendere di riportarli in vita ora sarebbe kitch oltre che una sorta di violenza. Ciò che è passato è passato, rimane solo quel meraviglioso sentimento di nostalgia che ti colpisce anche se non hai mai toccato con mano quella realtà.

Passando alle informazioni di servizio:

-l’Occhio di Sauron si è fatta Facebook, questo vuol dire ampliare in maniera esponenziale il raggio d’azione del suo occhio penetrante (in realtà lo ha fatto solo per comunicare con me quando sarò un’ expat),

-ho prenotato il volo (scene da cinema che vi racconterò nel prossimo post),

-sono scivolata su una lastra di ghiaccio davanti a due tizi che invece di aiutarmi hanno aspettato che mi rialzassi da sola e dolorante per poi dirmi che ero la terza persona a cadere in quel punto (questo presuppone che siano stati lì a guardare gente cadere e a tenerne il conto, no ma…bello),

-mi sono fatta passate l’intera discografia dei Led Zeppelin e prima della partenza devo aver fatto almeno un ciclo di ascolto,

-ho quasi terminato di disegnare il mio tatuaggio che si è trasformato in un’impresa epica in quanto andrà a coprire la parte destra della schiena (dalla spalla al rene, ma tanto non ne avrò più bisogno dal momento che dovrò venderne uno per potermi finanziare l’affair)

Vi lascio con l’immagine del mio ultimo acquisto, che fa molto “Blades of Glory”.

Ad maiora.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...