Live from Oporto

Finalmente ho il tempo di scrivere due righe brevi da qui, da Oporto. Mi sono svegliata coi gabbiani che gacchiavano (non che verso facciano i gabbiani) e in questi giorni mi sento tanto “Storia di una gabbianella e del gatto che le insegnò a volare” di L. Sepulvèda.

Sinceramente non so descrivere la bellezza di questa città. Ti riempe il naso di profumi e odori, sei investito dalla semplicità dell’architettura e dei decori. Una città sempre allegra, in cui c’è sempre qualcosa da fare in ogni momento della giornata, con gente sempre sorridente che quando la incontri di saluta baciandoti sulle guance, una cosa che in Italia, soprattutto al nord, si sta perdendo.

Anche se sono qui in Portogallo devo comunque gestire tutti i miei affari in Italia e non vi dico che difficoltà, tutti i problemi che si accavallano proprio ora giustamente e devo attendere giovedì per risolverli completamente. Mi fanno sorridere i miei familiari che pensano che io abbia la scienza infusa per ogni cosa e mi chiedono cose impossibili a orari improbabili. Insopportabili. E me ne vado per 6 giorni e la gente che entra in crisi e io che non ci capisco niente, ma non sono la crocerossa santoiddio!!

Oh beh, in ogni caso me ne sono successe di tutti i colori in questi giorni, perché come sapete l’accoppiata Susanna+estero genera sempre qualche sconvolgimento a livello mondiale, anche se devo dire che questa volta mi sono contenuta.

Ci sentiamo al mio ritorno.

Ad maiora!

 

2 pensieri su “Live from Oporto

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...