A day in Tachikawa

Ieri sarei dovuta andare a Ueno, ma mi sono svegliata tardi per cui non aveva più senso, considerando che alle 18 dovevo essere di ritorno per vedermi con Chihaya e il suo ragazzo. Per cui non avendo la minima di intenzione di vedere un Makudo Narudo manco col binocolo, ho deciso di tornare a esplorare in maniera più approfondita Tachikawa.

Andando in bici, ho pure risparmiato money che poi ho speso in cibo al 7/11 e nell’entrata al parco. Arrivare a Tachikawa è facilissimo anche per me che sono una disorientata cronica, in quanto la strada è sempre dritta. E’ una città davvero molto carina, un po’ futuristica, da un po’ l’idea di un “universo vecchio”, una Tokyo in miniatura, con la monorotaia sopraelevata e i sovrapassaggi sospesi tra questi altissimi palazzi. La maggior parte della vita cittadina si concentra attorno al Parco, lo Shonen Kinen Park che è a dir poco gigantesco, altro che Shinjuku Gyonen! Ho passato tutta la giornata a fare foto e ad ammirare il Flower Festival con una marea di fiori dai colori più disparati e assurdi, con la gente in barca nei vari laghetti…sembrava “La domenica alla grand jatte” di Seurat.

Poi la sera mi sono vista con Chihaya e il suo ragazzo che si supponeva parlasse inglese, ma mi sono ritrovata in un ristorante tradizionale con le gambe quasi insensibili dopo 3 ore, degli animali ibridi libellule-zanzare che svolazzavano nel locale, vecchi che ti fumavano addosso, un menù di cui non sapevo leggere niente (pure i prezzi erano in kanji) e i due fresconi che non parlavano inglese, of course.

Ho dovuto fare uno sforzo allucinante per capire cosa volevano dirmi e cercare di tirare fuori un’idea decente per il progetto di sabato, che ovviamente non è saltata fuori, ma cosa potevo pretendere? In realtà ho comunque partorito un’idea ma non so quanto sia fattibile e soprattutto non so come spiegarla a Chihaya e consorte (da notare il fatto che nonostante abbiano 26 e 27 anni e convivano, ci tengano a precisare che loro “condividono una stanza” e basta…sai mai che la confonda con una vera convivenza…), la serata è degenerata nel momento in cui, dopo un acquazzone, siamo usciti dal locale e abbiamo sentito schiamazzi pesanti e molesti. La coppia mi ha spiegato che è uno dei classici paati giapponesi (mi sfugge il nome ora), in cui si beve fino a vomitare e si torna a casa in bici un bel po’ alticci. La cosa assurda è che proprio da quel locale e da uno sciame di bambocce urlanti è uscito fuori il mio sensei di Interactive Innovation (corso in inglese), completamente ubriaco che stava facendo un paati con gli studenti di uno dei suoi corsi. Continuava a ripetere “Yeah…I have an hangover, hangover..” (e non s’era capito da come camminava e da come si accasciava su di me e nemmeno da come era scivolato su un tombino).

Oggi invece c’era fermento in università perché c’era un’open lecture con Hidetoshi Nakata solo che ovviamente era in giapponese, per cui ho preferito prendermi un caffè con Luigi (che a discapito del nome è francese) e poi farmi un giro in bici per andare a vedere come stava il mio tempio. Come potete immaginare non è il “mio” tempio, ma l’ho scoperto per caso un giorno incastrato tra case private e ristoranti, lungo la strada principale del Kodaira. E’ sempre vuoto, ma c’è una pace e un silenzio impressionanti, per cui ci vado spesso per stare un po’ per i fatti miei.

Da quando sono qui adoro stare per i fatti miei, prendermi la bici come ho fatto ieri, perdermi, poi ritrovarmi e riperdermi.

Ps: l’altra notte ho sognato di mangiare con forchetta e coltello un mio reggiseno. Qualcuno mi curi.

Ad maiora.

17 pensieri su “A day in Tachikawa

  1. Che belle le foto!
    Non sono mai stata a Tachikawa, non sapevo ci fosse un parco! Mi hai fatto venire voglia di andarci.🙂

    “l’altra notte ho sognato di mangiare con forchetta e coltello un mio reggiseno.” —-> LOL! Non preoccuparti, è il clima giapponese che ci rende tutti bizzarri. Almeno era buono?😆

    • io lo mangiavo con gusto anche se nel sogno mi rendevo conto che era una cosa un po’ strana, ma insieme a me c’era anche un altro tizio che si stava pappando il mo reggiseno, per cui non mi facevo troppi problemi xD Se hai tempo ti consiglio di farci un giro, c’è anche un museo e il parco è splittato in due: una parte free e una pagamento (dove c’era l festival), però secondo me ne vale la pena!

  2. Mi ha sempre spiazzato la dicotomia fra il caos stradale e l’improvvisa quiete che avvolge quando si entra nei giardini dei templi……

    A.

  3. Ma magari i due fresconi (XD) volevano solo specificare che convivono in una one-room perche` sono squattrinati (come facciamo io e il mio ragazzo d`altronde, ma ancora per poco…tra 2 settimane ci trasferiamo! yuhuu!)

  4. ma il tuo sensei del corso di Interactive Innovation lo hai poi visto nei giorni seguenti? Si è ricordato di essersi accasciato su di te e di essere caduto sul tombino , che è ben diverso dal cadere nel tombino…? Belle le foto del parco, bello il parco e la descrizione “semifuturisticaandante” del percorso che hai fatto in bicicletta. Mi piace. Non turbarti di aver mangiato il reggiseno in sogno , dopotutto son sempre coppe…coppe per udon, per il riso, per la tempura e anche per la pasta…insomma avevi fame🙂
    Se fosse possibile mi garberebbe vedere le foto del tempietto che hai scovato . Adoro questi luoghi silenziosi , lasciati in disparte…

    • Certo! Appena il tempo lo permette farò delle foto un po’ migliori di quelle che ho…un assaggio lo puoi avere con l’immagine centrale della testata! Il sensei lo vedo domani e non vedo l’ora d fulminarlo col mio sguardo malandrino, della serie:”So cosa hai fatto”… *-*
      Per il reggiseno non so che dire…rimango basita!

  5. Ma perchè questi giappi si ubriacano sempre? Non possono divertirsi in altri modi? Vabbè buona fortuna con il giapponese che non deve essere una lingua molto semplice….;D

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...