Ma quanto sce piace vaggià

ukDovrei scusarmi per non aver aggiornato il blog nell’ultimo mese e mezzo, ma siccome non me ne frega una sega non vi dico manco come si sta qui e parto subito in medias res. Ho un sacco di post sociologici e pipponi mentali sull’estate londinese e il Royal Baby e quanto fa caldo qui perchè in questo maledetto isolotto non succede mai nulla di interessante e quindi quando il sole piscia sul Regno Unito apriti cielo e tante altre bellissime e interessantissime cose che vi propinerò nei prossimi giorni.

Per ora beccatevi la telecronaca del mio viaggio di ritorno dalla Scozia iniziato ieri e conclusosi stamattina. Non so come sono sopravvissuta.  
(Escludo un’ora di viaggio da Balloch a Glasgow in cui ho sonnecchiato e mi sono fatta un centinaio di selfies ispirate e piene di sentimento).

1a ora:

Mi scappa la pipí e ho davanti a me 11h di viaggio. No stop.
Bene.
E ho pure speso 30p per andare al cesso prima di partire.
Sto anche bevendo come un cammello perché ho la glicemia a 2000. Infatti mi sono detta: viaggio lungo=snack come se non ci fosse un domani; solo che li ho finiti prima di partire e ora devo anche centellinare l’acqua che ho sapientemente riempito nel cesso a pagamento (con acqua calda of course visto che gli spilorci inglesi vogliono che io compri acqua nei loro mini market…fuck the system! Aspetto che le leggi della termodinamica facciano il loro corso e l’acqua si raffreddi).

Ma davvero non ci fermiamo fino a domani mattina?
Io muoro. E la mia vescica pure.

Ho chiesto all’Universo di avere come vicino di posto un aitante rugbista scozzese rosso crinito. Risultato: sono da sola nella mia fila.
Mi sa che la legge dell’attrazione funziona al contrario con me.
Poteva mandarmi Ed Sheeran, almeno avrei avuto una colonna sonora di viaggio decente invece dell’africana che snorka ogni 30 secondi dietro di me e gioca a cricket col mio sedile mentre urla al telefono.
Non ho caricato le canzoni di Ed sull’mp3 e non ho internet, canteró nel mio cervello…
Gimme little time to meeeeeee to soooort it out we will play hide and seeeeeek to turn this around e lallalalalalalalalala the taste that your lips allowed ma ma ma mayyyy gimme lovee ma ma mayyyy gimme loveeeee (parole a caso, non mi ricordo esattamente il testo).

2a ora:
Avvistato uomo dalla faccia piccolissima in cerca di una plug per il suo cellulare.
Avró contato almeno 34567 mucche.
Amo la Scozia.
Una punk inglese di 45 anni mi ha rivelato l’esistenza della toilet sul bus.
Dio benedica la regina e i Sex Pistols.
Intanto continuo a documentare il progressivo degrado dei miei compari di viaggio.

3a ora:
Balle di fieno e mucche.
Mucche bicolore.
Bevuto acqua non potabile della toilet sul bus. Moriró?
Monitoreró la situazione.
Africana continua a snorkare anche nel sonno e dopo avermi chiesto di raddrizzare il mio sedile già a 90 gradi. Wtf.
Del rugbista scozzese bono non v’è traccia.

4a ora:
Mangiato troppi Doritos. Senso di nausea. Ma sopravvissuta all’acqua non potabile.
Seconda volta alla toilet.
Uomo basso pelato ha pisciato ovunque rovinando il mio idillio con il water: se non sai usarlo tienilo nei pantaloni.
Autista si è perso all’altezza di Lancaster.
Chiesto aiuto ad un altro autista raccattato per strada.
Autista non sa dove sta andando.
Vaghiamo per una cittadina sconosciuta.
Scegliete voi se devo ridere o piangere.

5a ora:
Manco Dorothy nella terra di Oz, ritroviamo la via perduta e l’autista non fa che scusarsi col collega che lo deve sostituire.
Non arriveremo mai.
A Manchester sale una mandria di persone e io, per non perdere i miei due preziosi posti su cui svaccarmi, faccio finta di dormire.
Apro gli occhi appena in tempo per vedere un bono (non rugbista ma scozzese sicuro) che salta la mia fila e va davanti vicino alla bionda.
Cara Susanna, vuoi far la vaccona e avere circolazione periferica?
Bene, farai la gattara a vita.
Il karma mi punisce con una notte completamente insonne e un nigga obeso che messaggia tutto il tempo con uno/a certo/a Winnie (ovviamente il tipo si é seduto dopo che ho levato i piedi sperando in un ripensamento del bono).

6a ora:
Nigga migrato da un suo amico.
Trovata posizione congeniale: stesa con la schiena e gambe incrociate sul vetro, tipo fiore di loto reverse.

7a ora:
Letto intensamente un capitolo del libro “The secret”: deciso di pensarmi strafiga da ora in poi cosí Universo recepisce mio messaggio e fa di me una figa.
Terza tappa toilet. Misteriosamente sparito rotolo di carta igienica impregnato di pipí.

8a ora:
Posizione congeniale sto cazzo.

9a ora:
Passata nausea.
Torno a mangiare Doritos.
Continuo a pensarmi figa.

10a ora:
Inizio a intravedere luoghi familiari.
Ritrovato ostello in cui sono stata con M.
Lacrima sul viso.

11a ora:
Bruciori di stomaco fino al culo.
Victoria coach staion non ha un cazzo di servizio top up Oyster.
Bestemmio.
Pago 2.40£ per 2 fermate con l’11.
Bestemmio.
Per ripicca vado fino al capolinea (Liverpool St.) e cambio col 133 che mi scarica dritta a casa.

12a ora:
Home sweet home.
Mi penso svenuta nel letto vestita dopo aver trascinato dalla Scozia fino a casa un trolley non mio riempito con cadaveri e pietre fluviali credo.

13a ora:
Lasciata chiusa fuori casa.
Con chiave in toppa. Piove.
Mandata mail, bussato più volte, suonato al campanello sbagliato (vicina di casa molto carina tra l’altro), suonato giusto campanello.
Tutto tace.
Home sweet home un paio di coglioni.

Alle 8 del mattino, dopo trentacinque minuti di attesa, mi aprono. Mi arriva mail di scuse adducendo il fatto che col ventilatore acceso non sentivano i miei guaiti. Nice try, liar.

Ad maiora.

7 pensieri su “Ma quanto sce piace vaggià

  1. Viaggio della speranza a parte la Scozia ti é piaciuta :)? forse sarò a Londra ad ottobre, se vedo una ragazza in modalità “il karma mi deride” saprò che sei te😄

    J

  2. Post epico. Attendo con ansia i successivi!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
    (non ho capito, ma ti hanno aperto e invece di scusarsi a voce l’hanno fatto via mail?)

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...